1 Settembre

0
216
Formazione in Marketing per Psicologi

1 settembre 1848 – nasce Auguste Forel

auguste-henri-forelA Morges, il 1 settembre 1848 nasce Auguste Forel: Psichiatra ed Entomologo svizzero.

Celebre per le sue investigazioni nella struttura del cervello umano ed in quello delle formiche, è considerato uno dei fondatori della teoria dei neuroni.

Forel è anche conosciuto per i suoi primi contributi alla sessuologia.

È padre di Oscar Forel, anch’egli psichiatra.

linea

1 settembre 1882 – nasce Erich Becher

erich-becherA Remscheid, il 1 settembre 1882 nasce Erich Becher: Docente, Filosofo e Psicologo tedesco.

Becher era docente a Münster e Monaco di Baviera, e ha sostenuto epistemologicamente una posizione realistica e la possibilità di induttivi in metafisica.

In psicologia, ha difeso l’idea di una interazione tra corpo e anima.

linea

1 settembre 1973 – muore John Ridley Stroop

john-ridley-stroopA Parkersburg, il 1 settembre 1973 muore John Ridley Stroop: Psicologo statunitense.

Stroop ha sviluppato un test basato su un gioco di parole indicanti dei colori, ma stampate con un colore diverso da quello proposto dal testo scritto.

Il risultato dimostrato da questo esperimento ha preso il nome di effetto Stroop, che indica le conseguenze prodotte sull’attenzione da alcune interferenze indotte dalla differenza fra il significato della parola e il colore con cui è stampata.

Gli effetti del test sono messi in maggiore evidenza nel caso di una lesione circoscritta alla corteccia cingolata anteriore.

linea

1 settembre 2015 – muore Riccardo Venturini

riccardo-venturiniA Roma, il 1 settembre 2015 muore Riccardo Venturini: Medico e Psicologo italiano.

Dagli anni Settanta si è prevalentemente occupato dello studio dei livelli di vigilanza e degli stati di coscienza, sia nel contesto della psicologia occidentale che in quello delle psicologie tradizionali orientali ed è stato per vari anni vicepresidente dell’AMISI (Associazione medica italiana per lo studio dell’ipnosi).

Operando per l’affermazione di una psicologia umanistica e non-riduzionistica, Venturini ha visto nella psicologia archetipica (secondo Carl Gustav Jung e James Hillman) e nell’orientamento strutturalistico (secondo Claude Lévi-Strauss) la prospettiva di un possibile fecondo sviluppo della psicologia transpersonale.


E tu... cosa ne pensi?