Storia della Psicologia
Storia, eventi e protagonisti della Psicologia
Formazione in Marketing per Psicologi

10 dicembre 1861 – nasce Karl Groos

karl-groosAd Heidelberg, il 10 dicembre 1861 nasce Karl Groos: Psicologo tedesco.

Elaborò, partendo dall’analisi del gioco negli animali, la teoria del “pre-esercizio“, che vede il gioco come momento propedeutico alla vita adulta.

Secondo Groos, il gioco è un bisogno innato capace di assumere valore di esercizio preparatorio, determinante lo sviluppo delle componenti istintive e attitudinali della personalità.

linea

10 dicembre 1861 – nasce Max Ringelmann

A Parigi, il 10 dicembre 1861 nasce Maximilien Ringelmann: Agronomo, Psicologo e Accademico francese.

Famoso per aver scoperto il cosiddetto “effetto Ringelmann“, noto anche come “pigrizia sociale“, vale a dire che, quando lavorano in gruppi, gli individui tendono a battere la fiacca.
Specificamente, Ringelmann fece tirare una fune ai suoi studenti, individualmente e in gruppo.
Egli notò che lo sforzo esercitato da un gruppo era minore della somma degli sforzi esercitati dagli studenti che agivano individualmente.

Questa conclusione è una delle prime scoperte nella storia della psicologia sociale, il che permette ad alcuni di considerare Ringelmann come uno dei precursori di questa disciplina.

linea

10 dicembre 1929 – nasce Riccardo Venturini

riccardo-venturiniA Roma, il 10 dicembre 1929 nasce Riccardo Venturini: Medico e Psicologo italiano.

Dagli anni Settanta si è prevalentemente occupato dello studio dei livelli di vigilanza e degli stati di coscienza, sia nel contesto della psicologia occidentale che in quello delle psicologie tradizionali orientali ed è stato per vari anni vicepresidente dell’AMISI (Associazione medica italiana per lo studio dell’ipnosi).

Operando per l’affermazione di una psicologia umanistica e non-riduzionistica, Venturini ha visto nella psicologia archetipica (secondo Carl Gustav Jung e James Hillman) e nell’orientamento strutturalistico (secondo Claude Lévi-Strauss) la prospettiva di un possibile fecondo sviluppo della psicologia transpersonale.


E tu... cosa ne pensi?