13 Giugno

0
234
Formazione in Marketing per Psicologi

13 giugno 1809 – nasce Heinrich Hoffmann

Hoffmann-HeinrichA Francoforte sul Meno, il 13 giugno 1809 nasce Heinrich Hoffmann: Psichiatra e Scrittore tedesco.

Nel 1851 diventa direttore della Clinica per dementi ed epilettici di Francoforte sul Meno, ricoprendo, così, il ruolo di “medico dei pazzi”, espressione particolarmente in uso a quei tempi persino tra gli stessi psichiatri.

Contemporaneamente soddisfa il suo interesse per i reperti anatomo-patologici partecipando a molte autopsie ed eseguendone di persona 73 in 7 anni. Grazie a queste due importanti esperienze, può riportare importanti osservazioni sulle malattie psichiche e, soprattutto, può procedere ad una divisione capillare delle singole forme di malattia: la malinconia, la mania, la follia parziale, la follia generale, la demenza e l’epilessia.

Ritiene che la cura delle malattie psichiche sia da ricercare nel corpo e non nell’anima, come sostenuto, invece, dalla corrente degli psichici.

Hoffmann cura scrupolosamente anche progetti socio-psichiatrici, tra i quali il principio non restraint, basato sulla limitazione dell’uso di mezzi coercitivi nel trattamento dei disturbi mentali e l’allestimento di un reparto speciale per i bambini che soffrono di malattie psichiche. In tal modo conferma quell’interesse per il mondo dell’infanzia, già dimostrato con la pubblicazione di Pierino Porcospino, il libro di filastrocche che lo ha reso famoso in tutto il mondo, addirittura più di quanto abbiano fatto le sue innovazioni in campo psichiatrico.

Ci si doveva occupare del vistoso aumento delle malattie nervose e, soprattutto negli ultimi decenni, dei disturbi cerebrali chiamati psicosi. L’attuale umanità è prevalentemente nervosa, sempre più predisposta alle malattie nervose
Heinrich Hoffmann

linea

13 giugno 1931 – nasce Irvin Yalom

irvin-yalomA Washington, il 13 giugno 1931 nasce Irvin Yalom: Scrittore, Psichiatra e Docente statunitense.

Fu autore di narrativa e saggistica, professore emerito di Psichiatria all’Università di Stanford, e psicoterapeuta di scuola esistenzialista.

Nel 2000, l’American Psychiatric Association lo ha insignito del Premio Oskar Pfister per i contributi importanti alla religione e alla psichiatria.

Yalom continua a lavorare part-time nel suo studio privato, ha autorizzato una serie di filmati sulle sue tecniche terapeutiche ed è citato nel documentario del 2003 Flight from Death, che indaga il rapporto tra violenza umana e paura della morte, in relazione all’influenza del subconscio.

La terapia non dovrebbe essere guidata dalla teoria, ma dalla relazione
Irvin Yalom


E tu... cosa ne pensi?