14 Agosto

0
234
Formazione in Marketing per Psicologi

14 agosto 1840 – nasce Richard von Krafft-Ebing

richard-von-krafft-ebingA Mannheim, il 14 agosto 1840 nasce Richard von Krafft-Ebing: Psichiatra e Neurologo tedesco naturalizzato austriaco.

Deve la sua fama all’essere autore della Psychopathia sexualis, il primo tentativo di studio sistematico, quasi “enciclopedico“, dei comportamenti sessuali devianti racchiuso in 600 pagine, nelle quali vengono analizzati circa 500 casi clinici .

Dai suoi studi vennero identificate varie degenerazioni, quali il sadismo, il masochismo, il feticismo, il voyeurismo, l’esibizionismo, il frotteurismo, la ninfomania, la zoofilia, la necrofilia, la gerontofilia, la masturbazione compulsiva e la pedofilia.

Su quest’ultima in particolare il suo contributo fu importantissimo, in quanto fu il primo a sentenziare che i bambini sono particolarmente suscettibili agli stimoli sessuali e che ogni abuso su di essi può avere conseguenze devastanti.
Ebbe inoltre la lungimiranza di non considerare l’omosessualità una degenerazione.

Sesso compulsivo: una forte pulsione sessuale che costringe chi ne soffre a compiere azioni a sfondo sessuale indipendentemente dagli effetti negativi che possono comportare per sé o per gli altri
Richard von Krafft-Ebing

linea

14 agosto 1904 – nasce Emilio Servadio

emilio-servadioA Sestri Ponente, il 14 agosto 1904 nasce Emilio Servadio: Psicoanalista, Parapsicologo, Esoterista e Giornalista pubblicista italiano.

Nel 1932 fu tra i fondatori della Società Psicoanalitica Italiana di cui fu presidente dal 1963 al 1969.
Oltre alla psicoanalisi, si dedicò a studi di parapsicologia ai quali dedicò diversi saggi.

Nel 1937, insieme con altri studiosi, fondò la Società Italiana di Metapsichica che, nel 1955, mutò il nome in Società Italiana di Parapsicologia.

Nel 1993 il Presidente del Consiglio Carlo Azeglio Ciampi gli consegnò il premio speciale della cultura, per la medicina e psicologia, assegnato dalla Presidenza del Consiglio.

Al termine del nostro ciclo di esistenze ciascuno di noi è come un’onda che entra nel mare.
Io credo in questa visione vedanta, secondo cui la scintilla divina che è in noi è destinata a entrare nel Tutto, nel Dio assoluto, l’Atma
Emilio Servadio

linea

14 agosto 1907 – nasce Ernest Dichter

ernest-dichterA Vienna, il 14 agosto 1907 nasce Ernest Dichter: Psicologo ed Esperto di marketing, austriaco naturalizzato statunitense.

Considerato il padre della ricerca sulla motivazione, nel 1946 fondò l’Institute for Motivational Research a Croton-on-Hudson (New York), e negli anni successivi fondò istituti simili in Svizzera e Germania.

Dichter esplorò le applicazioni dei concetti e tecniche psicoanalitiche di Freud nell’ambito del commercio, in particolare per lo studio del comportamento del consumatore nel mercato.
Le nuove idee che egli apportò ebbero un’influenza significativa sull’operato dell’industria pubblicitaria del Ventesimo secolo.

Con la pubblicità non dobbiamo vendere al consumatore la bistecca, bensì lo stuzzicante momento in cui la soffriggerà nella padella
Ernest Dichter

linea

14 agosto 1911 – nasce Maurice Bouvet

Ad Eu, il 14 agosto 1911 nasce Maurice Bouvet: Psicoanalista francese.

Ha studiato medicina a Parigi, specializzandosi in psicopatologia.
Si è sottoposto alla psicoanalisi didattica con Georges Parcheminey, con il controllo di Sacha Nacht e John Leuba.

Diventato psicoanalista nel 1946, entra nella Société psychanalytique de Paris, di matrice freudiana (associata all’IPA), della quale sarà anche presidente.

È noto soprattutto per gli studi sulla psicosomatica legata agli oggetti e sul transfert.
È stato il primo analista di André Green.

Morto a soli 48 anni, ha avuto tuttavia una certa influenza negli studi di antropologia applicata alla piscoanalisi, specialmente nelle relazioni ossessive con gli oggetti quotidiani.

linea

14 agosto 1922 – nasce Donald Meltzer

donald-meltzerNel New Jersey, il 14 agosto 1922 nasce Donald Meltzer: Psichiatra e Psicoanalista statunitense.

Nato in USA, ove compì gli studi in medicina e in psichiatria diede un apporto fu fondamentale nel campo della psicoanalisi infantile e degli adolescenti, ma si estese a tutto il campo della psicoanalisi.

Pionieristico il lavoro con Martha Harris configurazioni familiari e apprendimento, sull’intreccio fra organizzazioni familiari e sviluppo individuale, in cui il modello dei gruppi di Wilfred Bion venne applicato all’esame dell’interrelazione fra famiglia e individuo.

Caratteristica del metodo di Donald Meltzer, che più volte ha definito “fenomenologico“, sia negli scritti che nei suoi contributi orali seminariali, il suo partire dagli elementi emergenti dall’osservazione clinica, per “descrivere” i fenomeni, le manifestazioni, sfrondandoli dai rivestimenti illusori e ideologici e dalle speculazioni, costruzioni teoriche sganciate dall’osservazione clinica.

linea

14 agosto 1952 – nasce Peter Fonagy

peter-fonagyA Budapest, il 14 agosto 1952 nasce Peter Fonagy: Psicologo e Psicoanalista ungherese.

È direttore del Dipartimento di Psicologia Clinica, della Salute e dell’Educazione presso l’University College di Londra, dove riveste la carica di Freud Memorial Professor of Psychoanalysis, e direttore esecutivo dell’Anna Freud Centre di Londra.

I suoi contributi scientifici riguardano soprattutto l’introduzione del concetto di mentalizzazione, e lo sviluppo di importanti teorie come la teoria della mente e la teoria dell’attaccamento.

Il suo lavoro è stato spesso teso verso l’obiettivo di gettare un ponte tra orientamenti diversi della psicologia, in particolare tra psichiatria, psicoanalisi, e psicologia cognitiva.
Una parte importante del suo lavoro di ricerca riguarda inoltre la valutazione dell’efficacia del trattamento in psicoterapia.

Dal punto di vista clinico, i suoi principali contributi riguardano il trattamento dei disturbi di personalità, in particolare del disturbo borderline di personalità, ma alcune delle sue intuizioni sono risultate importanti anche nella comprensione e nel trattamento dell’autismo.

linea

14 agosto 1977 – muore Aleksandr Romanovič Lurija

aleksandr-romanovic-lurijaA Mosca, il 14 agosto 1977 muore Aleksandr Romanovič Lurija: Medico, Sociologo e Psicologo sovietico.

Fu uno dei maggiori esponenti della scuola storico-culturale e della neuropsicologia sovietica oltre che uno dei principali ricercatori della teoria dell’attività.

È conosciuto per le sue ricerche sui meccanismi della memoria collegata al linguaggio, secondo l’approccio della psicologia storico-culturale di Lev Vygotskij.

Ne “Le funzioni corticali superiori dell’uomo” tratta delle relazioni tra le funzioni del linguaggio e della memoria ed i meccanismi cerebrali, alla luce delle modificazioni psichiche causate da lesioni del cervello.

Dai suoi studi sui pazienti cerebrolesi sono derivati studi finalizzati a raffinare la tecnica diagnostica e la valutazione delle tensioni emotive in base ai quali Charlie J.Golden ha ricavato un test che ha preso il nome di Lurija, il Lurija-Nebraska Neuropsychological Battery (LNNB), sul quale s’è aperto tra i neuropsicologi un ampio dibattito.


E tu... cosa ne pensi?