15 Giugno

0
347
Formazione in Marketing per Psicologi

15 giugno 1879 – nasce Henri Wallon

henri-wallonA Parigi, il 15 giugno 1879 nasce Henri Wallon: Psicologo, Pedagogista e Filosofo francese.

Ha fondato il Laboratorio di psicobiologia del bambino che ha diretto fino alla sua morte.

E’ stato professore dell’Università della Sorbona in psicologia dal 1919 al 1936 e del Collegio di Francia dal 1937 al 1950 in psicologia ed educazione dell’infanzia.

Conosciuto come lo psicologo delle emozioni, ha unito lo studio delle strutture fisiologiche a quello delle influenze dell’ambiente e dell’educazione sulla formazione psicologica della persona del bambino.

linea

15 giugno 1902 – nasce Erik Erikson

erik-eriksonA Francoforte sul Meno, il 15 giugno 1902 nasce Erik Erikson: Psicologo e Psicoanalista tedesco naturalizzato statunitense.

La sua figura ha assunto particolare rilievo per aver inserito i problemi della psicoanalisi infantile in un contesto di ricerche antropologiche e sociologiche.

Si formò a Vienna sotto la guida di Anna Freud ed August Aichhorn.

Molto nota è la sua rielaborazione dei processi di sviluppo individuale che, partendo da una matrice psicoanalitica classica, evolvono in direzione dell’analisi delle 8 fasi (ciascuna legata ad un tipo di conflitto bipolare) che caratterizzano l’intero ciclo di vita.

Il passaggio allo stadio successivo avviene ogni volta che l’individuo, nell’interazione con la realtà esterna, riesce a superare una “crisi evolutiva” e attraverso questi stadi di sviluppo realizza l’integrità dell’Io.

Le sue teorie hanno rappresentato un’importante tappa nell’espansione della teorizzazione psicoanalitica, nell’ottica del riconoscimento del dinamismo intrinseco anche ai periodi di vita adulta e senile.
Il suo modello ebbe molta fortuna sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo.

Che la gente non sappia come fare ad avere successo è male. Ma il peggio è che non sanno neppure come fallire. Io ho deciso di fallire bene
Erik Erikson

15 giugno 1905 – muore Carl Wernicke

carl-wernickeA Gräfenroda, il 15 giugno 1905 muore Carl Wernicke: Psichiatra e Neurologo tedesco.

Carl Wernicke associò un disturbo del linguaggio, un particolare tipo di afasia, ad una lesione della porzione posteriore del giro temporale superiore, detta adesso Area di Wernicke.

Con i suoi studi, che si aggiungevano alle precedenti osservazioni di Paul Broca, che aveva associato un differente disturbo linguistico ad una diversa lesione di una porzione dell’emisfero sinistro della corteccia cerebrale, venne assodata la lateralizzazione degli emisferi cerebrali e la differenziazione funzionale delle aree corticali.

linea

15 giugno 1916 – nasce Herbert Simon

herbert-simonA Milwaukee, il 15 giugno 1916 nasce Herbert Simon: Economista, Psicologo e Informatico statunitense.

Ha analizzato in maniera sistematica il comportamento decisionale degli individui all’interno delle organizzazioni, osservando che costoro non si attenevano ai criteri imposti dalle teorie normative.

In particolare ha evidenziato come la scelta effettuata da un individuo non rispetta gli assiomi fondamentali dell’approccio logico. Quindi un individuo più che fare scelte ottimali, fa scelte soddisfacenti, vuoi per i vincoli svolti dalle organizzazioni, vuoi per i limiti imposti dal sistema cognitivo umano.

Simon è stato anche un pioniere nel campo dell’intelligenza artificiale, creando con Newell i programmi “Logic Theory Machine” e “General Problem Solver” (G.P.S.). Il G.P.S. è stato forse il primo tentativo di separare la strategia di problem solving dall’informazione sui problemi da risolvere.

Il genio e l’influenza di Simon sono evidenziati dai molti premi ricevuti, tra i quali: il premio Turing della Association for Computing Machinery (1975) insieme ad Allen Newell per aver dato “contributi fondamentali all’intelligenza artificiale, alla psicologia cognitiva e al trattamento delle liste” (1975); il Premio Nobel per l’economia “per le sue pioneristiche ricerche sul processo decisionale nelle organizzazioni economiche” (1978); la Medaglia Nazionale per la Scienza (1986); e il premio della American Psychological Association per gli eccezionali contributi alla psicologia (1993).

Siamo portati a dimenticare che il rischio è una componente inscindibile della libertà individuale
Herbert Simon


E tu... cosa ne pensi?