Storia della Psicologia
Storia, eventi e protagonisti della Psicologia
Formazione in Marketing per Psicologi

16 dicembre 1916 – muore Hugo Münsterberg

hugo-munsterbergA Cambridge, il 16 dicembre 1916 muore Hugo Münsterberg: Psicologo tedesco.

Fu il fondatore della psicologia applicata, stabilendo le basi della psicologia industriale.

Münsterberg studiò la vita psichica per usare eventualmente i risultati dell’analisi in diversi campi dell’azione umana.

Nel campo dell’industria, la psicologia applicata si occupa di favorire il comportamento dell’individuo al lavoro, elaborare esami specifici e produrre programmi di addestramento per lavoratori.

Nella pratica clinica si occupa dello studio delle malattie di natura psicologica e ha per l’obiettivo finale di garantire il benessere psicologico e psicosociale dell’individuo.

Nell’ambito giudiziario e criminale si occupa dell’ambito giudiziario e criminale; indaga gli aspetti psicologici dei crimini e dei criminali. I giudici e i magistrati si affidano allo psicologo forense per determinare la capacità di intendere e volere di un imputato.

linea

16 dicembre 1925 – muore Bert Hellinger

bert-hellingerA Baden, il 16 dicembre 1925 muore Bert Hellinger: Psicologo e Scrittore tedesco.

Studioso di teologia e pedagogia, a partire dal 1980 espose le basi delle sue linee teoretiche e metodologiche in merito alle Costellazioni Familiari e Sistemiche, una delle varie espressioni della psicologia fenomenologica e sistemica.

Per sua affermazione, spesso la vita di ognuno è condizionata da destini e sentimenti che non sono veramente propri e personali; anche malattie gravi, il desiderio di morte e problemi sul lavoro possono essere dovuti a “grovigli” del sistema-famiglia e possono essere portati alla luce attraverso il processo delle Costellazioni Familiari.

Le visioni ci vengono concesse. Rivelano qualcosa di nascosto che fin’allora forse era riservato solo a pochi
Bert Hellinger

linea

16 dicembre 2003 – muore Judd Marmor

judd-marmorA Los Angeles, il 16 dicembre 2003 muore Judd Marmor: Psichiatra statunitense, noto soprattutto per aver sostenuto radicalmente la rimozione dell’omosessualità dal Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders.

Nei primi anni ’60 si schiera in modo radicale dichiarando che l’omosessualità è una variante del comportamento sessuale e rifiutando quindi di considerare tale orientamento come una deviazione o patologia.

Afferma inoltre che le preferenze sessuali non sono il risultato di una vita intrisa di problemi e cattivi rapporti con i genitori, ma che esistono vari fattori determinanti che riguardano la sfera genetica, biologica e psicologica.


E tu... cosa ne pensi?