16 Gennaio

0
351
Formazione in Marketing per Psicologi

16 gennaio 1838 – nasce Franz Brentano

franz-brentanoA Boppard, il 16 gennaio 1838 nasce Franz Clemens Honoratus Hermann Brentano: Filosofo e Psicologo tedesco.

Nel 1874 pubblicò la sua opera più importante: “La psicologia dal punto di vista empirico“: quest’opera inaugura un nuovo modo di trattare la psicologia come “scienza“.
Il punto di vista è quello “empirico” cioè basato su ciò di cui si può avere esperienza effettiva.

Utilizza come parametro ciò che esperiamo nel modo più diretto possibile, escludendo perciò ogni questione metafisica.
Sulla base di queste premesse viene meno alla sua psicologia lo studio della “psichè”: l’anima.

Possiamo quindi annoverare Franz Brentano tra quel nuovo gruppo di psicologi che nella seconda metà dell’Ottocento, influenzati dalle nuove scoperte medico-scientifiche adottarono un nuovo approccio alla psicologia.

Questo nuovo metodo, che porterà questa materia ad essere annoverata tra le nuove scienze è conosciuto con il nome di “Psychologie ohne Seele” (Psicologia senz’anima).

L’opera di Brentano fornisce una definizione dei concetti di fenomeno fisico e fenomeno psichico molto importante per la psicologia e che sarà utilizzata come punto di partenza anche per molti filosofi successivi.

linea

16 gennaio 1910 – nasce Mario Tobino

 A Viareggio, il 16 gennaio 1910 nasce Mario Tobino: Scrittore, Poeta e Psichiatra italiano.

Dopo la laurea in medicina, si specializza in neurologia, psichiatria e medicina legale, e incomincia a lavorare all’ospedale psichiatrico di Ancona; durante la sua permanenza in questo luogo di sofferenza e di disagio compone anche una serie di poesie che verranno poi pubblicate.

Ritornato in Italia, dopo essere stato chiamato alle armi sul fronte libico durante la seconda guerra mondiale, riprende a lavorare negli ospedali psichiatrici, prima a Firenze, poi a quello di Maggiano in provincia di Lucca.

Nel dopoguerra Tobino si dedica con tutte le sue forze morali e spirituali alle sofferenze dei malati di mente, e contemporaneamente prosegue la sua attività di scrittore.

Solo stando solo un uomo è libero, cioè è lui
Mario Tobino


E tu... cosa ne pensi?