18 Marzo

0
438
Formazione in Marketing per Psicologi

18 marzo 1868 – nasce Wilhelm Stekel

wilhelm-stekelA Bujon, il 18 marzo 1868 nasce Wilhelm Stekel: Medico, Psicologo e Psicoanalista austriaco.

Fu uno dei primi seguaci di Sigmund Freud. Ha giocato un ruolo significativo nella storia della psicoanalisi e della sessuologia.

Fu anche un poeta, un musicista e uno scrittore dotato, ma tuttavia le sue opere avevano un carattere prevalentemente giornalistico, e il suo interesse per la sessualità era di segno pornografico.
Stekel divenne noto per la sua capacità di comprensione intuitiva dei processi inconsci, in particolare del simbolismo onirico.

Fu il primo a usare il termine Thanatos per indicare il desiderio di morte. Fin dall’inizio Stekel assegnò una grande importanza al tema della morte.

Secondo una sua relazione del 1910, l’angoscia doveva essere considerata una “reazione all’insorgere dell’istinto di morte a seguito della repressione dell’istinto sessuale”.
A lui vanno fatte risalire le prime analisi del simbolismo di morte nella vita onirica.

Fu il primo a coniare il termine parafilia in sostituzione della parola perversione.

In seguito, come già successo con altri, le sue idee si scontrarono con la personalità di Freud e per questo espulso dalla Società Psicoanalitica di Vienna nel 1912.

Ciò che distingue l’uomo immaturo è che vuole morire nobilmente per una causa, mentre ciò che distingue l’uomo maturo è che vuole umilmente vivere per essa
Wilhelm Stekel

linea

18 marzo 1886 – nasce Kurt Koffka

kurt-koffkaA Berlino, il 18 marzo 1886 nasce Kurt Koffka: Psicologo tedesco, esponente della psicologia gestaltistica.

Nel 1909 ottenne il dottorato dall’Università di Berlino. Assieme a Wolfgang Köhler divenne assistente all’Università di Francoforte, dove collaborò con Max Wertheimer.

Insegnò all’università di Giessen, dove scrisse La crescita della mente: un’introduzione alla psicologia infantile.
Nel 1922 introdusse il programma della psicologia gestaltistica negli Stati Uniti con un articolo nel Psychological Bulletin.
Dal 1927 in poi insegnò negli USA presso lo Smith College dove pubblicò Principles of Gestalt Psychology.

linea

18 marzo 1897 – nasce Gerda Walther

gerda-waltherA Nordrach, il 18 marzo 1897 nasce Gerda Walther: Filosofa e Parapsicologa tedesca, esponente del movimento fenomenologico.

Inizio i suoi studi all’università di Monaco nel 1916, seguendo corsi sulla fenomenologia con Alexander Pfänder.

Nel 1917 si trasferì a Friburgo in Brisgovia per studiare con Edmund Husserl, dove seguì anche i corsi di Edith Stein.

Alla fondazione della “Società Fenomenologica di Friburgo“, Walther tiene la prima lezione sull’io puro.

Successivamente tornò da Pfänder all’università di Monaco e ottenne il dottorato nel marzo del 1921, con una dissertazione “Zur Ontologie der sozialen Gemeinschaften” (“Sull’ontologia delle comunità sociali“), che fu poi pubblicata come articolo nel sesto Jahrbuch di Husserl.

linea

18 marzo 1938 – nasce Andrea Dotti

andrea-dottiA Napoli, il 18 marzo 1938 nasce il Conte Andrea Paolo Mario Dotti: Psichiatra italiano, noto per aver sposato l’attrice Audrey Hepburn.

Dotti è stato professore ordinario di psichiatria all’Università di Roma “La Sapienza“.

Era noto per la sua attività di ricerca e clinica sui disordini alimentari (bulimia e anoressia nervosa), sulle patologie ciclotimiche, sulla terapia farmacologica in psichiatria, argomento a cui dedicò un fortunato trattato con Reda nella sezione riguardante la terapia farmacologica del Trattato Italiano di Psichiatria Cassano e Pancheri.

linea

18 marzo 1954 – nasce Manfred Lütz

manfred-lützA Bonn, il 18 marzo 1954 nasce Manfred Lütz: Psicanalista e Teologo tedesco.

Lütz studia medicina e teologia cattolica all’università di Bonn. Nel 1979 ottiene l’abilitazione alla professione di medico, nel 1982 la laurea in teologia.

Si specializza prima come neurologo, poi anche come psichiatra e psicanalista.
Dal 1997 dirige il rinomato ospedale Alexianer a Colonia.

linea

18 marzo 1980 – muore Erich Fromm

erich-frommA Locarno, il 18 marzo 1980 muore Erich Fromm: Psicoanalista e Sociologo tedesco.

Secondo Fromm, lo scopo della scienza dell’uomo sarebbe quello di giungere ad elaborare questa definizione di essere umano.
Tra le conclusioni eterodosse rispetto alla dottrina freudiana, si evidenzia la tesi espressa e sostenuta in Psicoanalisi della società contemporanea, secondo la quale una intera società può essere malata.

Fromm invece pone l’accento sul ruolo che l’ambiente può giocare all’interno dello sviluppo della malattia psichica individuale, ovvero: come una società malata possa condizionare e portare alla malattia individui che nascono sani.

Solo chi ha fede in se stesso può essere fedele agli altri
Erich Fromm


E tu... cosa ne pensi?