Storia della Psicologia
Storia, eventi e protagonisti della Psicologia
Formazione in Marketing per Psicologi

18 novembre 1887 – muore Gustav Fechner

gustav-fechnerA Lipsia, il 18 novembre 1887 muore Gustav Theodor Fencher: Psicologo e Statistico tedesco.

Fondatore della psicofisica, nel 1860 ritenne di aver individuato un’equazione in grado di quantificare esattamente il rapporto tra stimolo fisico e sensazione (rapporto tra anima e materia), detta “formula di Fechner“.

Riteneva che ogni materia fosse dotata di un’anima, per questo credette di aver trovato una relazione in grado di mettere in relazione il mondo dello spirito con quello della materia.

Perché l’intensità di una sensazione cresca in progressione aritmetica, lo stimolo deve accrescersi in progressione geometrica
Gustav Fechner

linea

18 novembre 1939 – nasce John O’Keefe

john-o-keefeA New York, il 18 novembre 1939 nasce John O’Keefe: Psicologo statunitense con cittadinanza britannica.

Ha vinto il Premio Nobel per la medicina nel 2014, assieme ai norvegesi May-Britt Moser ed Edvard Moser per le loro scoperte riguardanti un sistema di posizionamento nel cervello.

linea

18 novembre 1996 – muore Evelyn Hooker

evelyn-hookerA Santa Monica, il 18 novembre 1996 muore Evelyn Hooker: Psicologa statunitense.

Celebre soprattutto per il suo studio del 1957, The adjustment of the male overt homosexual (L’adattamento psicologico del maschio omosessuale dichiarato), aveva somministrato test psicologici a gruppi di omosessuali ed eterosessuali, chiedendo poi ad esperti del settore, basandosi esclusivamente sui risultati dei test e senza conoscere i soggetti, di individuare quali di loro fossero omosessuali.

Gli esperti non riuscirono a individuare le persone omosessuali in percentuale statisticamente significativa rispetto al caso.

L’esperimento, che è stato ripetuto ulteriormente più volte da altri ricercatori con gli stessi risultati, dimostrò che gli omosessuali non sono meno psicologicamente adattati del resto della popolazione, come sostenevano invece la psicologia e la psichiatria dell’epoca, che classificavano l’omosessualità come “malattia mentale“.


E tu... cosa ne pensi?