20 Febbraio

0
428
Formazione in Marketing per Psicologi

20 febbraio 1759 – nasce Johann Christian Reil

johann-christian-reilA Rhauderfehn, il 20 febbraio 1759 nasce Johann Christian Reil: Psichiatra, Anatomista e Fisiologo tedesco.

Fu lui a coniare il termine psichiatria, in tedesco psychiatrie, nel 1808 e nel 1795 Reil fondò la primissima rivista di psicologia in lingua tedesca, il Archiv für die Physiologie.

Reil cercò anche di pubblicizzare la piaga della follia presente nei manicomi, sviluppandone un trattamento “medico”.

Egli non cencettualizzò la pazzia solo come opposto della ragione, ma come riflesso di ampie condizioni sociali, ed era convinto che il progresso portasse ad un aumento della follia.
Non vide la pazzia come una lesione fisica del cervello, o un male ereditario, ma come un disturbo dell’armonia delle funzioni mentali, radicato nel sistema nervoso.

linea

20 febbraio 1903 – nasce Aniela Jaffé

aniela-jaffeA Berlino, il 20 febbraio 1903 nasce Aniela Jaffé: Psicologa tedesca naturalizzata svizzera.

Nata da genitori ebrei a Berlino, studiò psicologia ad Amburgo prima di fuggire negli anni 1930 in Svizzera, dove entrò in analisi (dopo un primo ciclo con Liliane Frey) presso Carl Gustav Jung, diventando a propria volta analista.

Dal 1947 al 1955 fu segretaria dell’Istituto C.G. Jung di Zurigo, quindi segretaria personale dello stesso Jung fino alla sua morte.

Nota soprattutto per aver collaborato all’autobiografia di Jung Ricordi, sogni, riflessioni.
Partecipò in seguito ai colloqui di Eranos e ne curò l’epistolario. Suoi articoli si trovano anche sulle riviste “Spring” e “Rivista di psicologia analitica“.

linea

20 febbraio 1935 – muore Sante de Sanctis

sante-de-sanctisA Parrano, il 20 febbraio 1935 muore Sante de Sanctis: Psichiatra e Psicologo italiano.

Nel 1896 pubblicò “I sogni e il sonno nell’isterismo e nell’epilessia” seguito da “I sogni: studi clinici e psicologici di un alienista” citato nel trattato “L’interpretazione dei sogni” da Sigmund Freud, nonché da Théodule Ribot e Carl Gustav Jung.

Nel 1906 ottenne a Roma, all’interno della facoltà di Medicina, una delle tre prime cattedre di Psicologia Sperimentale.
Tra il 1929 e il 1930 lavorerà al trattato in due volumi di Psicologia sperimentale, opera di grande impegno scientifico e sistematicità, in cui riassumeva i suoi 25 anni di insegnamento.

L’impegno per l’infanzia affetta da handicap rimase costante per tutta la vita.

Fondò il primo reparto di Neuropsichiatria Infantile in Italia, disciplina di cui – nella Penisola – può essere considerato il padre.

linea

20 febbraio 1980 – muore Joseph Rhine

joseph-rhineAd Hillsborough, il 20 febbraio 1980 muore Joseph Banks Rhine: Botanico e Parapsicologo statunitense.

Rhine ritenne di avere accertato statisticamente non solo l’esistenza di individui particolarmente dotati per trasmettere o per leggere il pensiero, ma anche l’esistenza di questa facoltà, sia pure in misura più lieve, in tutti gli individui.

Successivamente Rhine, utilizzando dadi da gioco a gettata meccanica e la volontà degli sperimentatori di provocare l’uscita di un determinato numero, sostenne di aver ottenuto la prova statistica che la mente umana è in grado di agire sugli oggetti, e chiamò questo fenomeno effetto psicocinetico o psicocinesi.

Inizialmente le ricerche di Rhine ottennero ampio consenso da parte degli psicologi, tuttavia con il passare del tempo apparve chiaro che i risultati di alcuni esperimenti erano stati falsificati dai suoi assistenti e che altri risultati apparentemente positivi erano causati da errori metodologici, e alla fine degli anni cinquanta l’interesse degli psicologi per la parapsicologia diminuì bruscamente.

linea

20 febbraio 1996 – muore Solomon Asch

solomon-aschAd Haverford, il 20 febbraio 1996 muore Solomon Asch: Psicologo polacco naturalizzato statunitense.

È noto per i suoi importanti contributi teorici e sperimentali alla psicologia sociale, e in particolare in relazione agli studi sui processi di conformità sociale.

Insegnò Psicologia allo Swarthmore College per 19 anni, dove collaborò con Wolfgang Köhler.

Nel 1956 egli condusse un celebre esperimento sulla pressione del gruppo che porta a conformarsi. Tale esperimento è noto come esperimento di Asch.


E tu... cosa ne pensi?