21 Luglio

0
207
Formazione in Marketing per Psicologi

21 luglio 1918 – nasce Bianca Garufi

bianca-garufiA Roma, il 21 luglio 1918 nasce Bianca Garufi: Scrittrice, Poetessa e Psicoanalista italiana.

Appassionata psicoterapeuta junghiana, fu vice presidente dell’Associazione Internazionale di Psicologia Analitica e membro attivo come didatta dell’Associazione Italiana di Psicologia Analitica.

Nel 1974 scrive una pièce sulla condizione della donna, intitolata Femminazione.
Presentato alla Rai, questo lavoro mette in evidenza la condizione della donna e la sua emancipazione, sempre legate alla psicologia.

In un articolo pubblicato nel 1977 sulla “Rivista di Psicologia Analitica” dal titolo Sul preconcetto dell’inferiorità della donna, Bianca Garufi affronta un tema a lei molto caro: l’interpretazione dell‘universo femminile dal punto di vista della psicoanalisi e della psicologia analitica.

Nell’ultimo periodo della sua vita continua come aveva sempre fatto con grande lucidità analitica a scrivere di psicologia del profondo, per le più prestigiose riviste specialistiche: la “Rivista di Psicologia Analitica“, il “Jounal of Analytical Psychology“, “Spring” e “Anima“.

Il corpo. Abbiamo solo questo per esistere e rappresentarci quindi deve essere per forza, attraverso la moda, lo specchio del nostro io
Bianca Garufi

linea

21 luglio 1924 – nasce Masud Khan

masud-khanA Jhelum, il 21 luglio 1924 nasce Masud Khan: Psicoanalista inglese.

Masud Khan ha elaborato la teoria del trauma cumulativo che deriva dalle tensioni e dagli stress che il bambino sperimenta nel contesto della dipendenza del suo Io dalla madre, che è insieme scudo protettivo e Io ausiliario.

Le brecce, in questa funzione di barriera antistimoli esercitata dalla madre, agiscono in modo silenzioso e impercettibile lungo tutto il processo di sviluppo. Non sono osservabili né identificabili come traumi nel momento in cui si producono e assumono il valore di trauma solo cumulativamente e retrospettivamente.

I concetti di Masud Khan sono in parte basati su idee di Winnicott, specie sull’idea di crollo o difetto della madre quanto alla sua funzione di dosare e regolare gli stimoli esterni e interni, che può portare a una situazione di invasione con effetto destrutturante sull’organizzazione e integrazione dell’Io.

Ciò che più colpisce nelle concezioni di Masud Khan è lo spostamento del concetto di barriera antistimoli, che originariamente è un concetto economico impregnato di connotazioni biologiche, in un campo relazionale, dal momento che la barriera protettiva è collocata al di fuori dell’organismo o dell’individuo considerato.


E tu... cosa ne pensi?