23 Febbraio

0
338
Formazione in Marketing per Psicologi

23 febbraio 1850 – nasce Julian Ochorowicz

julian-leopold-ochorowiczA Radzymin, il 23 febbraio 1850 nasce Julian Leopold Ochorowicz: Filosofo, Psicologo e Scrittore polacco esponente del Positivismo in Polonia.

Ochorowicz fu un pioniere della Ricerca empirica in Psicologia, nonché un appassionato di occultismo, spiritualismo, ipnotismo, telepatia: insomma di tutta la parapsicologia in generale.

Come lui, altri psicologi cercarono di comprendere questi fenomeni, ad esempio l’statunitense William James, tra l’altro suo contemporaneo. Partecipò dunque a numerose sedute spiritiche, assieme alla medium italiana Eusapia Palladino e il celebre scrittore Bolesław Prus (pseudonimo di Aleksander Głowacki).

Nel 1881 diventò professore di Psicologia e Filosofia naturale a Leopoli (oggi Ucraina).

linea

23 febbraio 1883 – nasce Karl Jaspers

karl-jaspersAd Oldenburg, il 23 febbraio 1883 nasce Karl Theodor Jaspers: Filosofo e Psichiatra tedesco.

Nel 1910 pubblicò un testo rivoluzionario sulla paranoia in cui venivano esposti i casi di alcuni pazienti, fornendo informazioni biografiche relative ai soggetti in cura e dando un resoconto del modo in cui gli stessi pazienti interpretavano i loro sintomi.

Il metodo biografico si è affermato come una delle principali pratiche terapiche della moderna psichiatria.

Jaspers condensò le sue convinzioni sulla malattia mentale nei due volumi di cui si compone la sua Psicopatologia generale, un classico della letteratura psichiatrica, da cui sono derivati alcuni criteri diagnostici.

Di particolare importanza è la convinzione che i sintomi debbono essere analizzati e diagnosticati per la loro forma piuttosto che per il loro contenuto.

L’ultima questione è sapere se dal fondo delle tenebre un essere può brillare
Karl Jaspers

linea

23 febbraio 2008 – muore Alice von Platen

alice-von-platenA Cortona, il 23 febbraio 2008 muore Alice Ricciardi von Platen: Psichiatra tedesca.

Membro della commissione medica di osservatori del Tribunale militare americano al processo di Norimberga contro i crimini nazisti nel 1945-1946 contro 23 medici accusati di crimini contro l’umanità.

Ha lavorato a Roma e a Cortona come psicoterapeuta individuale e di gruppo.

Nel 2000 ha pubblicato Il nazismo e l’eutanasia dei malati di mente; il libro riporta, in lingua italiana, la documentazione che nel 1946 la commissione, presieduta da Alexander Mitscherlich, dell’Ordine dei Medici riferì sul processo.

Gli imputati erano alcuni medici dei campi di concentramento accusati di aver fatto esperimenti sui prigionieri, e i medici e i funzionari coinvolti nel cosiddetto programma di eutanasia che Hitler aveva lanciato per sterminare i malati di mente.


E tu... cosa ne pensi?