24 Giugno

0
319
Formazione in Marketing per Psicologi

24 giugno 1868 – nasce Scipio Sighele

scipio-sigheleA Brescia, il 24 giugno 1868, nasce Scipio Sighele: Psicologo, Sociologo e Criminologo italiano.

La sua attività di Psicologo e di Sociologo furono fortemente influenzate da Cesare Lombroso.

Sighele analizzò i meccanismi interni alla folla, volendo dimostrare come nelle tendenze del collettivo sussistessero attitudini fondamentalmente criminose. Fu uno dei primi autori ad affrontare questo tipo di indagine e sottolineò inoltre come l’essere umano, inserito in un contesto di folla, perda il suo autocontrollo razionale lasciando entrare in gioco la sua natura crudele e i suoi istinti criminali.

linea

24 giugno 1875 – nasce William S. Sadler

william-sadlerA Spencer, il 24 giugno 1875 nasce William S. Sadler: Psichiatra statunitense.

Laureato in Medicina, nel 1910, Sadler si trasferì in Europa per studiare psichiatria sotto al guida di Sigmund Freud.

Tra il 1906 e il 1911, in più occasioni Sadler, trattò un paziente con una condizione di sonno insolita.
Mentre il paziente dormiva parlò a Sadler e affermò di essere un essere spirituale.
Sadler passò anni a osservare quest’uomo nel tentativo di spiegare il fenomeno, e alla fine dopo anni di analisi, che l’uomo non aveva una malattia mentale e che le sue parole erano autentiche.

Nel corso di diversi anni, Sadler ed i suoi assistenti visitavano l’uomo, mentre lui dormiva, conversando con lui sulla spiritualità, sulla storia e la cosmologia, ponendogli molte domande.
Un certo numero di persone interessate al caso, si incontravano a casa di Sadler per discutere le risposte dell’uomo e per suggerire ulteriori domande.

Le risposte dell’uomo sono state poi pubblicate ne Il libro di Urantia.

linea

24 giugno 1917 – nasce Wayne Oates

waynes-oatesNella Carolina del Sud, il 24 giugno 1917 nasce Wayne Oates: Psicologo statunitense.

Ha studiato medicina all’università di Louisville. È noto come psicologo ed educatore religioso che ha coniato la parola workaholic.

Dopo la laurea con un Ph.D. in psicologia della religione, Oates ha insegnato all’università come professore di psicologia della religione fino al 1974.
Con la pubblicazione nel 1971 del libro “Confessions of a workaholic” (che ha introdotto il neologismo workaholic nell’uso corrente) è stato incluso nel dizionario di inglese di Oxford.

Nel 1984 l’associazione psichiatrica americana ha assegnato a Oates il premio Oskar Pfister per i suoi contributi al rapporto fra la psichiatria e la religione.

linea

24 giugno 1928 – nasce Lester Grinspoon

lester-grinspoonA Newton, il 24 giugno 1928 nasce Lester Grinspoon: Psichiatra statunitense.

È professore emerito all’Università di Harvard ed autore di innumerevoli pubblicazioni scientifiche sulle droghe ed in particolare sull’uso terapeutico e non della cannabis quali Psychedelic Drugs Reconsidered e Marijuana: La medicina proibita, pubblicato anche in Italia.

Il suo primo libro, Marihuana reconsidered, fu pubblicato dalla casa editoriale dell’Università di Harvard e recentemente ripubblicato come classico.

Grinspoon fu il primo medico degli Stati Uniti d’America a prescrivere il carbonato di litio per il disturbo bipolare.

Ha inoltre fondato la pubblicazione universitaria Harvard Mental Health Letter, di cui è stato editore per quindici anni.

linea

24 giugno 1941 – nasce Julia Kristeva

julia-kristevaA Silven, il 24 giugno 1941 nasce Julia Kristeva: Linguista, Psicanalista, Filosofa e Scrittrice francese di origine bulgara.

Diviene psicanalista nel 1979, dopo aver seguito dei seminari di Jacques Lacan.

Ha costruito una relazione tra la semiologia e l’analisi psicanalitica.
Insegna Semiologia alla State University of New York e all’Università Paris VII – Denis-Diderot. Dirige il “Centro Roland Barthes” e nel 2004 ha ricevuto il Premio Holberg.

Abbiamo bisogno della tenerezza cristiana e dobbiamo far leva sul cristianesimo per sconfiggere quel mondo che vuole negare il dolore
Julia Kristeva

linea

24 giugno 1943 – muore Ernesto Bozzano

ernesto-bozzanoA Genova, il 24 giugno 1943 muore Ernesto Bozzano: Parapsicologo italiano.

I suoi studi furono inizialmente rivolti alla filosofia scientifica.
Nel 1891 iniziò ad occuparsi di telepatia e spiritismo, argomenti che appassionavano a quel tempo tanto studiosi d’Europa che d’America, grazie ad alcuni articoli pubblicati sulla rivista di psicologia Revue Philosophique.
Da allora Bozzano si impegnò interamente nello studio della metapsichica.

Pur essendo soprattutto un ricercatore, si impegnò anche come sperimentatore partecipando sia alle sedute medianiche organizzate dal “Circolo Minerva” a Genova sia a quelle con Eusapia Palladino, inoltre viene ricordato per la teoria della “ideoplastia“, in base alla quale il pensiero umano sarebbe in grado di plasmare la materia.


E tu... cosa ne pensi?