24 Luglio

0
257
Formazione in Marketing per Psicologi

24 luglio 1951 – nasce Ruediger Dahlke

ruediger-dahlkeA Berlino, il 24 luglio 1951 nasce Ruediger Dahlke: Medico, Psicoterapeuta e Scrittore tedesco.

Laureato in medicina con una tesi sull’asma psicosomatica infantile, si è poi specializzato in psicoterapia, naturopatia e omeopatia.

Dal 1977 al 1989 ha lavorato nell’Istituto di Psicologia Straordinaria fondato da Thorwald Dethlefsen, praticando le forme di cura da questi sviluppate, come quelle basate sull’astrologia e sulla reincarnazione.

Nel 1989 Dahlke ha fondato a Johanniskirchen, insieme alla moglie Margit, un suo Centro Terapeutico, in cui ha messo in atto un tipo di “medicina integrale”.
L’approccio terapeutico di Dahlke, che si ricollega a concezioni esoteriche dell’ermetismo antico fino alla psicologia analitica di Carl Gustav Jung, intende evidenziare la natura psicosomatica di ogni malattia, puntando a una guarigione olistica che coinvolga non solo l’aspetto fisico e meccanico ma soprattutto quello spirituale e metafisico della persona.

A tal fine grande importanza è attribuita al significato simbolico e analogico dei sintomi.
Dahlke ha anche sostenuto le proprietà teraputiche del digiuno e di una dieta basata sulla distinzione tra “cibi morti” e “cibi vivi”.

linea

24 luglio 2007 – muore Albert Ellis

albert-ellisA New York, il 24 luglio 2007 muore Albert Ellis: Psicologo statunitense.

Fondatore della Rational Emotive Behavior Therapy, è considerato il precursore delle terapia razionale emotiva e terapia cognitivo-comportamentale.

È stato valutato, dalle Associazioni di Psicologi statunitense e canadese in una stima del 1982, come uno dei tre più influenti psicoterapeuti del XX secolo (primo Carl Rogers, terzo Sigmund Freud).

Ha fondato a New York l’Albert Ellis Institute (AEI) di cui è stato presidente e poi presidente emerito.

Felicità è scegliersi certi fini, fare certi propositi e lottare per ottenerli e realizzarli, senza lamentarsi o deprimersi se poi non possono essere raggiunti. Si può anche dire che la felicità è avere dei valori e degli ideali e sforzarsi di seguirli
Albert Ellis

linea

24 luglio 2010 – muore Luigi De Marchi

luigi-de-marchiA Roma, il 24 luglio 2010 muore Luigi De Marchi: Psicologo e Saggista italiano.

Negli anni ’60-‘80 De Marchi è stato fondatore e presidente italiano di tre importanti Scuole di Psicoterapia: quella psico-corporea di Wilhelm Reich, quella bioenergetica di Alexander Lowen e quella umanistica di Carl Rogers.

A partire dai primi anni ‘80 De Marchi matura un diverso punto di vista nei confronti degli approcci teorici di Reich, Lowen e Rogers (a suo parere non avevano colto fino in fondo l’enorme importanza della coscienza e dell’angoscia della morte nella genesi delle patologie psichiche umane) e propone nel 1984 una nuova teoria della cultura e della nevrosi.

Nel 1986 fonda a Roma l’Istituto di Psicologia Umanistica Esistenziale, oggi diretto da Antonella Filastro.

Pioniere europeo della ricerca psico-sociale, De Marchi è stato Presidente Onorario della Società Italiana di Psicologia Politica.

I suoi contributi essenziali in questo campo sono stati: la fondazione della Psicopolitica e l’elaborazione d’una nuova “Psicologia Politica Liberale“.

linea

24 luglio 2011 – muore David Servan-Schreiber

david-servan-schreiberA Fécamp, il 24 luglio 2011 muore David Servan-Schreiber: Psichiatra, Giornalista e Ricercatore francese che ha lavorato a lungo negli Stati Uniti.

È stato condirettore del laboratorio clinico di Neuroscienze Cognitive presso l’Università di Pittsburgh, dove esercitava anche come psichiatra.

Ha raggiunto la notorietà per avere proposto alcuni metodi per la prevenzione e il supporto alla guarigione del cancro, nonché per la cura delle malattie psichiatriche, tutti basati su tecniche terapeutiche di medicina alternativa.
In Francia venne soprannominato il “profeta del benessere“.

Insegnate ai vostri figli tutto ciò che noi abbiamo insegnato ai nostri: che la Terra è la madre di tutti. Tutto ciò che capita alla Terra capita anche ai suoi figli. Sputare a Terra è sputare su sé stessi. La Terra non appartiene all’uomo, è l’uomo che appartiene alla Terra. Tutto è collegato, come il sangue che unisce una famiglia. Ciò che capita alla Terra, capita anche ai figli della Terra
David Servan-Schreiber

linea

24 luglio 2011 – muore John Turner

john-turnerIl 24 luglio 2011 muore John Turner: Psicologo sociale britannico.

Dopo la laurea in Psicologia Sociale, nel 1975 prende il dottorato di ricerca in psicologia sociale presso l’Università di Bristol.

Entra poi al Dipartimento di Psicologia dell’Università di Bristol come ricercatore associato, collaborando con Henri Tajfel e Howard Giles.
In seguito assume incarichi di insegnamento presso il medesimo dipartimento, e presso l’Institute for Advanced Study di Princeton, nel New Jersey.

Si trasferisce poi all’Università di Macquarie di Sydney e nel 1990 all’Australian National University di Canberra, dove assume l’incarico di professore di psicologia fino al 2008 e dove lavora alla teoria dell’Auto-categorizzazione che afferma tra l’altro che il sé non è un aspetto fondamentale della cognizione, ma è il risultato di processi cognitivi ed interazioni tra la persona e il contesto sociale.


E tu... cosa ne pensi?