26 Aprile

0
314
Formazione in Marketing per Psicologi

26 aprile 1895 – nasce Nathaniel Kleitman

nathaniel-kleitmanA Chișinău, il 26 aprile 1895 nasce Nathaniel Kleitman: Fisiologo e Psicologo statunitense.

Si può considerare a tutti gli effetti il padre della ricerca sul sonno.

Le ricerche di Kleitman rappresentano il fondamento di molte delle aree di studio della medicina del sonno moderna. La sua scoperta più grande, insieme al dottor Eugene Aserinsky, uno dei suoi primi studenti, è stato il sonno di tipo REM.

linea

26 aprile 1931 – muore George Herbert Mead

george-herbert-meadA Chicago, il 26 aprile 1931 muore George Herbert Mead: Filosofo, Sociologo e Psicologo statunitense.

Considerato tra i padri fondatori della psicologia sociale, apprese da Wilhelm Wundt il concetto di “gesto” che sarà fondamentale in seguito nelle sue opere.

All’Università del Michigan connobbe Charles Horton Cooley e John Dewey, i quali influenzarono molto il suo pensiero.
Nel 1894 Mead si trasferì, insieme a Dewey, presso la Università di Chicago, dove svolse la sua carriera accademica fino alla fine dei suoi giorni.

L’influsso di Dewey spinse Mead ad interessarsi alla teoria pedagogica, ma il suo pensiero ben presto si discostò da quello di Dewey e si sviluppò nelle sue famose teorie psicologiche della mente, dell’io e della società.

La società è unità nella diversità
George Herbert Mead

linea

26 aprile 1969 – muore William S. Sadler

william-sadlerA Chicago, il 26 aprile 1969 muore William S. Sadler: Psichiatra statunitense.

Laureato in Medicina, nel 1910, Sadler si trasferì in Europa per studiare psichiatria sotto al guida di Sigmund Freud.

Tra il 1906 e il 1911, in più occasioni Sadler, trattò un paziente con una condizione di sonno insolita.
Mentre il paziente dormiva parlò a Sadler e affermò di essere un essere spirituale.
Sadler passò anni a osservare quest’uomo nel tentativo di spiegare il fenomeno, e alla fine dopo anni di analisi, che l’uomo non aveva una malattia mentale e che le sue parole erano autentiche.

Nel corso di diversi anni, Sadler ed i suoi assistenti visitavano l’uomo, mentre lui dormiva, conversando con lui sulla spiritualità, sulla storia e la cosmologia, ponendogli molte domande.
Un certo numero di persone interessate al caso, si incontravano a casa di Sadler per discutere le risposte dell’uomo e per suggerire ulteriori domande.

Le risposte dell’uomo sono state poi pubblicate ne Il libro di Urantia.


E tu... cosa ne pensi?