26 Marzo

0
427
Formazione in Marketing per Psicologi

26 marzo 1905 – nasce Viktor Frankl

viktor-frankA Vienna, il 26 marzo 1905 nasce Viktor Emil Frankl: Neurologo, Psichiatra e Filosofo austriaco.

Fu uno fra i fondatori dell’analisi esistenziale e della logoterapia, metodo che tende a evidenziare il nucleo profondamente umano e spirituale dell’individuo.

A partire dall’esperienza della deportazione, scrisse i volumi Alla ricerca di un significato della vita e I fondamenti spirituali della logoterapia.

A lui si deve la definizione di nevrosi noogena, concezione secondo la quale l’equilibrio psichico dipende dalla percezione significativa del sé e del proprio vissuto.

Secondo Frankl, quando l’individuo non si sente “significativo“, cerca compensazione o in gratificazioni artificiali (droghe chimiche e psichiche) o in atteggiamenti di potenza (comportamenti distruttivi ed autodistruttivi).

Da qui la differenza tra l’uomo d’oggi che non è più frustrato sessualmente (come l’uomo del secolo scorso), ma si sente frustrato nell’universo valoriale (differenziando così il focus dell’approccio logoterapeutico dall’originaria metapsicologia psicoanalitica pulsionalista).

La sola cosa che non puoi portarmi via è il modo in cui scelgo di rispondere a ciò che mi fai
Viktor Frankl

linea

26 marzo 1974 – nasce Giovanna Boda

giovanna-bodaA Casale Monferrato, il 26 marzo 1974 nasce Giovanna Boda: Psicologa italiana.

Laureata in Psicologia dello sviluppo, ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Psicologia sociale presso l’Università degli Studi di Padova.
Ha vinto il concorso da ricercatore di ruolo in Psicologia sociale presso l’Università degli Studi di Bergamo.

Dal 1999 ha collaborato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca operando in numerose commissioni di lavoro e partecipando a tavoli nazionali sulle politiche giovanili.

Dal 2006 svolge le funzioni di dirigente amministrativo presso la Direzione per lo Studente del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Nello svolgimento dell’incarico ha approfondito le problematiche dell’attuazione delle politiche scolastiche, sperimentando percorsi innovativi nei processi di formazione e di partecipazione degli studenti, con particolare riferimento all’educazione alla legalità e alla lotta alle mafie, alla prevenzione della devianza giovanile nelle aree a rischio.

linea

26 marzo 1993 – muore Reuben Fine

A New York, 26 marzo 1993 muore Reuben Fine: Scacchista e Psicologo statunitense.

Reuben Fine fu un grande Maestro di scacchi, uno dei migliori giocatori al mondo tra la metà degli anni trenta e i primi quaranta. Vinse cinque medaglie (di cui quattro d’oro) in tre edizioni delle Olimpiadi degli scacchi. Si piazzò primo in tutti e sette gli U.S. Open a cui partecipò (1932, 1933, 1934, 1935, 1939, 1940, 1941).

Dopo essersi laureato in psicologia presso l’University of Southern California, Fine abbandonò gli scacchi professionisti per dedicarsi alla sua nuova professione. Continuò però a giocare a scacchi per tutta la vita. Scrisse il libro “The Psychology of the Chess Player” di scuola freudiana. Pubblicò The History of Psychoanalysis nel 1979 e numerosi altri libri sull’argomento.

Come molti altri psicologi del suo tempo, Fine credeva che l’omosessualità potesse essere curata (attraverso la terapia di conversione) e le sue opinioni sono state citate negli scontri sul tema, compresa la battaglia legale sul matrimonio fra persone dello stesso sesso nelle Hawaii.


E tu... cosa ne pensi?