30 Dicembre

0
370
Formazione in Marketing per Psicologi

30 dicembre 1915 – muore Oswald Külpe

oswald-külpeA Monaco di Baviera, il 30 dicembre 1915 muore Oswald Külpe: Psicologo strutturalista tedesco.

Iscritto alla facoltà di Storia all’Università di Lipsia, in seguito all’incontro con Wilhelm Wundt cambiò indirizzo di studi, e nel 1886 divenne suo assistente.

Progressivamente però cominciò a trovarsi in disaccordo con i limiti posti da Wundt su ciò che fosse studiabile o meno della coscienza umana.

Nel 1893 scrisse l’opera Grundriss der Psycologie, che segnò una prima frattura con la scuola di Lipsia.

Nel 1894 Külpe divenne professore a Würzburg, dove fondò l’anno successivo un laboratorio di psicologia, e cominciò a praticare ciò che egli chiamava “introspezioni sperimentali sistematiche“: i suoi soggetti di ricerca, tutti preventivamente formati sulle metodologie di osservazione introspettiva, portavano a termine compiti complessi, ed erano poi in grado di fornire un resoconto retrospettivo dei propri processi di pensiero (oggi definibili come processi cognitivi) durante lo svolgimento dell’esperimento stesso.

linea

30 Dicembre 2002 – muore Eleanor J. Gibson

eleanor-jack-gibsonA Columbia, il 30 dicembre 2002 muore Eleanor J. Gibson: Psicologa statunitense.

Tra i suoi contributi alla psicologia (dell’età evolutiva in particolare), i più importanti sono sullo studio della percezione nei neonati e nei bambini.
Il suo esperimento più noto è quello della “scogliera visiva” che consisteva nel porre un neonato su un tavolo di legno e invitarlo a muoversi verso il prolungamento in vetro presente ad un’estremità: l’esperimento mostrava come i bambini desistessero dal procedere sulla lastra di vetro, cioè oltre il ciglio di una apparente “scogliera”, dimostrando la capacità di percezione della profondità, evitando il lato profondo di una scogliera virtuale.

Insieme al marito James J. Gibson, anch’egli psicologo, ha sviluppato il concetto che l’apprendimento percettivo avvenga per differenziazione.

Alla Gibson è accreditata la creazione di una teoria ecologica dello sviluppo che si concentra sul concetto di affordances (opportunità per l’azione) e su come i bambini imparino a percepirle.

I risultati degli esperimenti sulla scogliera visiva hanno indicato che la percezione è un processo essenzialmente adattivo.

Noi percepiamo di imparare, così come impariamo a percepire
Eleanor J. Gibson


E tu... cosa ne pensi?