31 Dicembre

0
391
Formazione in Marketing per Psicologi

31 dicembre 1964 – muore William Ronald Dodds Fairbairn

ronald-fairbairnAd Edimburgo, il 31 dicembre 1964 muore William Ronald Dodds Fairbairn: Psicoanalista scozzese, membro della British Psychoanalytical society.

È il padre della teoria delle relazioni oggettuali, continuatore ed innovatore del lavoro di Melanie Klein.
Egli ha provocato un cambio di prospettiva rivoluzionario all’interno della teoria psicoanalitica.

Riguardo la Teoria della libido oggettuale, Fairbairn propose una terza via rispetto a quella di Freud e della Klein: considerò come innata solo la cosiddetta libido oggettuale, che ci spinge a formare legami con individui che si prendono cura di noi.
Le modalità in cui si esplica sono apprese perché la libido è “relazionale”.

Fairbairn così, sorta di Copernico della psicoanalisi, esaminando i dati, ha scoperto un modo più semplice ed economico di riordinarli.

linea

31 dicembre 1969 – muore Theodor Reik

theodor-reikA New York, il 31 dicembre 1969 muore Theodor Reik: Psicoanalista austriaco, seguace e stretto collaboratore di Sigmund Freud.

È noto soprattutto per la causa giudiziaria che lo vide coinvolto per il presunto esercizio abusivo della professione medica, dato che era laureato in filosofia.
In sua difesa intervenne lo stesso Freud che, con lo scritto Il problema dell’analisi condotta da non medici (1926) – divenuto ormai un classico di coloro che si richiamano alla “psicoanalisi laica” – contribuì a scagionarlo, e a dimostrare la legittimità dell’utilizzo della psicoanalisi anche da parte dei non medici.

Svolse ricerche di psicoanalisi applicata, che abbracciano tematiche come la “couvade” (atteggiamento di partecipazione paterna alla gravidanza) e i riti di iniziazione.

Lavora e ama; questi sono gli elementi di base. Senza di esse c’è la nevrosi
Theodor Reik

linea

31 dicembre 1970 – muore Michael Balint

michael-balintA Bristol, il 31 dicembre 1970 muore Michael Balint: Psicoanalista ungherese.

Divenne celebre per l’invenzione di una specifica tecnica di formazione, poi denominata “Gruppo Balint“, attraverso la quale si proponeva di migliorare le capacità dei medici di utilizzare con i pazienti la relazione interpersonale come fattore terapeutico.

La tecnica del “Gruppo Balint” è una pratica di derivazione psicoanalitica che consiste nel frequentare attivamente un gruppo composto da 8/12 medici e condotto da uno psicoanalista o da un medico formato alla conduzione dei Gruppi Balint che si incontra con cadenza settimanale per almeno due anni.

In ogni sessione di lavoro, della durata di un’ora e mezza, viene presentata, da uno dei medici partecipanti, una situazione clinica della quale il medico stesso sia stato protagonista con il suo paziente. Dopo il racconto del medico, ciascuno dei partecipanti esprime al gruppo ciò che a suo parere ha avuto luogo, a livello relazionale, fra il medico e il suo paziente.

Il dottore è un esperto di relazioni umane
Michael Balint

linea

31 dicembre 2006 – muore Gaetano De Leo

gaetano-de-leoA Roma, il 31 dicembre 2006 muore Gaetano De Leo: Psicologo italiano professore ordinario di psicologia giuridica e sociale dell’Università degli Studi di Bergamo.

Insieme al Prof. Salvini e Pagliaro, ha fondato la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Interattiva che ha avuto sede a Lecco, e che attualmente ha sede a Padova.

Assieme al Prof. Petruccelli e alla Prof.ssa Patrizi ha fondato la Scuola di Psicoterapia Strategica Breve di Roma.


E tu... cosa ne pensi?