Storia della Psicologia
Storia, eventi e protagonisti della Psicologia
Formazione in Marketing per Psicologi

5 novembre 1896 – nasce Lev Semënovič Vygotskij

lev-semënovic-vygotskij.jpgAd Orsha, il 5 novembre 1896 nasce Lev Semënovič Vygotskij: Psicologo sovietico, padre della scuola storico-culturale.

Vygotskij si occupò principalmente di critica letteraria e Psicologia dell’arte.
Iniziò ad interessarsi all’applicazione della Psicologia nell’educazione ed affrontò il problema della storicità delle funzioni psichiche con una serie di analisi critiche sulle teorie fisiologiche e psicologiche del tempo.

Si occupò inoltre di varie tematiche di psicologia, in particolare delle emozioni.

L’idea centrale della prospettiva di Vygotskij è che lo sviluppo della psiche è guidato e influenzato dal contesto sociale, quindi dalla cultura del particolare luogo e momento storico in cui l’individuo si trova a vivere e che provoca quindi delle stimolazioni nel bambino, e si sviluppa tramite “strumenti” (come il linguaggio) che l’ambiente mette a disposizione.

linea

5 novembre 1896 – nasce Luigi Aurigemma

A Napoli, il 5 novembre 1923 nasce Luigi Aurigemma: Psicanalista e scrittore italiano naturalizzato francese.

Dopo la laurea in Filosofia presso l’Università di Roma La Sapienza, nel 1947 si trasferì a Parigi per motivi di studio e lì cominciò il suo percorso analitico.

Per approfondire la sua analisi, si trasferì a Zurigo nel 1961 per lavorare prima con Lilian Frey e poi con Marie-Louise von Franz, dove si laureò al C. G. Jung Institute nel 1966.

Ritornato quindi a Parigi, venne nominato professore alla École des Haute Études, per introdurre gli studi junghiani nel contesto delle idee e del movimento psicoanalitico.

I suoi scritti vanno visti sia come una vera ricerca della morte e della vita dopo la morte, sia come la sua personale indagine sul significato della sofferenza che contraddistingue un’individuazione in senso junghiano.

linea

5 novembre 1848 – nasce Raffaele Morelli

raffaele-morelliA Milano, il 5 novembre 1948 nasce Raffaele Morelli: Psichiatra, Psicoterapeuta e scrittore italiano.

Dal 1979 è direttore dell’Istituto Riza, un gruppo di ricerca che pubblica la rivista Riza Psicosomatica ed altre pubblicazioni specializzate con lo scopo di “studiare l’uomo come espressione della simultaneità psicofisica riconducendo a questa concezione l’interpretazione della malattia, della sua diagnosi e della sua cura“.

Dall’attività dell’Istituto Riza è sorta anche la Scuola di Formazione in Psicoterapia con indirizzo psicosomatico, riconosciuta ufficialmente dal Ministero dell’Università e della Ricerca nell’ottobre del 1994.

Raffaele Morelli è anche vicepresidente della SIMP (Società Italiana di Medicina Psicosomatica).

Le illusioni rendono tossici gli amori, li portano a farci male, sono il più grande nemico dell’anima, sono demoni
Raffaele Morelli

linea

5 novembre 1960 – muore Erich Neumann

erich-neumannA Tel Aviv, il 5 novembre 1960 muore Erich Neumann: Psicologo e Psicoanalista tedesco.

Ebbe una formazione di Psicologia Analitica da Carl Gustav Jung.
Partendo dalle posizioni junghiane, Erich Neumann ha indagato una teoria evolutiva della coscienza associando le tappe dello sviluppo individuale con quelle della storia della coscienza nell’umanità.

Partendo da presupposti simili a quelli che hanno portato Jean Piaget allo sviluppo della epistemologia genetica, ha posto una delle basi per lo sviluppo dello studio del mito e della psiche.
Mentre Piaget ha studiato la coscienza oggettiva e volta all’esterno, Neumann si è rivolto alla coscienza soggettiva, interiore ed affettiva.

Come è dimostrato da una quantità di esempi nella storia, ogni forma di fanatismo, ogni dogma e ogni tipo di comportamento unilaterale compulsivo alla fine è soppiantato esattamente da quegli elementi che aveva represso, soppresso o ignorato
Erich Neumann


E tu... cosa ne pensi?