7 Febbraio

0
422
Formazione in Marketing per Psicologi

7 febbraio 1862 – nasce Sante de Sanctis

sante-de-sanctisA Parrano, il 7 febbraio 1862 nasce Sante de Sanctis: Psichiatra e Psicologo italiano.

Nel 1896 pubblicò “I sogni e il sonno nell’isterismo e nell’epilessia” seguito da “I sogni: studi clinici e psicologici di un alienista” citato nel trattato “L’interpretazione dei sogni” da Sigmund Freud, nonché da Théodule Ribot e Carl Gustav Jung.

Nel 1906 ottenne a Roma, all’interno della facoltà di Medicina, una delle tre prime cattedre di Psicologia Sperimentale.
Tra il 1929 e il 1930 lavorerà al trattato in due volumi di Psicologia sperimentale, opera di grande impegno scientifico e sistematicità, in cui riassumeva i suoi 25 anni di insegnamento.

L’impegno per l’infanzia affetta da handicap rimase costante per tutta la vita.

Fondò il primo reparto di Neuropsichiatria Infantile in Italia, disciplina di cui – nella Penisola – può essere considerato il padre.

linea

7 febbraio 1870 – nasce Alfred Adler

alfred-adlerA Rudolfsheim, il 7 febbraio 1870 nasce Alfred Adler: Psichiatra, Psicoanalista, Psicologo e Psicoterapeuta austriaco.

La psicologia individuale, o psicologia individuale comparata, di Alfred Adler prende in esame l’individuo nella sua unica e irripetibile dinamica di processi consci e inconsci: l’uomo è una unità mente/corpo indivisibile, originale e coerente nelle sue manifestazioni.

La psicologia individuale comparata di Alfred Adler è un metodo per la conoscenza concreta, pratica dell’uomo ed uno strumento per comprendere il comportamento nelle sue molteplici espressioni; insieme alla psicoanalisi di Sigmund Freud ed alla psicologia analitica di Carl Gustav Jung, costituisce la triade fondamentale delle teorie della personalità.

Nel 1911, dopo un lungo periodo di intensa collaborazione con Freud, divenute ormai troppo evidenti le divergenze teoriche, Alfred Adler fonda, con un gruppo di seguaci, la Società di Psicologia Individuale Comparata.

L’attributo “individuale”, che oggi contraddistingue la Scuola, affiancato dalla meno consueta qualifica di “comparata”, esprime l’idea di una individualità psichica che, per la sua natura “sociale”, è parte di una struttura comunitaria formata da altre unità psichiche, perciò, “non è possibile studiare un essere umano in condizioni di isolamento, ma solo all’interno del suo contesto sociale“.

Si può, quindi, considerare la Psicologia Individuale Comparata come matrice del filone socio-culturale della psicologia dinamica.

Il maggior pericolo nella vita consiste nel prendere troppe precauzioni
Alfred Adler

linea

7 febbraio 2015 – muore Marshall Rosenberg

marshall-rosenbergA Albuquerque, il 7 febbraio 2015 muore Marshall Bertram Rosenberg: Psicologo statunitense.

È il creatore della comunicazione non violenta, un processo di comunicazione che aiuta le persone a scambiare le informazioni necessarie per risolvere i conflitti e le differenze pacificamente.

E’ il fondatore ed ex direttore dei Servizi Educativi per il Centro per la comunicazione nonviolenta, un’organizzazione internazionale non-profit.

Dopo molti studi, mise a punto il suo sistema, che consiste nel mantenere un punto di vista neutro, concentrandosi sui fatti più che sulle persone.

Rosenberg ha viaggiato in molte parti del mondo a rischio di guerra, per diffondere la psicologia della comunicazione nonviolenta e dell’assertività.

La violenza viene dal modo in cui siamo stati educati, non dalla nostra natura
Marshall B. Rosenberg


E tu... cosa ne pensi?