Storia della Psicologia
Storia, eventi e protagonisti della Psicologia
Formazione in Marketing per Psicologi

7 ottobre 1926 – muore Emil Kraepelin

emil-kraepelinA Monaco di Baviera, il 7 ottobre 1926 muore Emil Kraepelin: Psichiatra e Psicologo tedesco.

Kraepelin fu un uomo erudito e brillante; grazie all’aiuto di numerosi altri psichiatri del tempo elaborò concetti quali parafrenia, demenza precoce, ebefrenia e catatonia, dando loro una valida spiegazione.

Fu pioniere del concetto di malattia nella psichiatria basata su tre elementi quali: psicopatologia descrittiva, eziologia organica e storia naturale. Attraverso i suoi scritti mostrò una reale comprensione per le variabili psicologiche legate all’ambiente ed elencò, tra i primi, situazioni cliniche in cui fattori sociali svolgevano un ruolo predominante.

Il nome di Kraepelin è per lo più associato a due malattie: la demenza precoce e la mania depressiva. Attraverso i suoi studi e attraverso la pubblicazione delle sue opere determinerà una spaccatura generazionale all’interno della psichiatria italiana.

linea

7 ottobre 1927 – nasce Ronald David Laing

ronald-laingA Glasgow, il 7 ottobre 1927 nasce Ronald David Laing: Psichiatra scozzese che scrisse estesamente sulla malattia mentale, in particolare sulla psicosi.

Le opinioni di Laing sulle cause e il trattamento di importanti disfunzioni mentali furono influenzate dalla filosofia esistenzialista.

In controtendenza all’ortodossia psichiatrica del tempo, Laing considerava l’emozionalità espressa dal paziente o cliente per una descrizione valida di esperienza vissuta più che semplicisticamente una sintomatologia di un qualche disordine separato o soggiacente.

Veniva associato al movimento anti-psichiatrico, sebbene ne rifiutasse l’etichetta. Politicamente, era considerato un intellettuale della Nuova Sinistra.

linea

7 ottobre 1928 – nasce Lorna Wing

lorna-wingA Gillingham, il 7 ottobre 1928 nasce Lorna Gladys Tolchard Wing: Psichiatra britannica.

Avendo avuto una figlia autistica (Susie, nata nel 1956), si fece coinvolgere nella ricerca sui disordini dello sviluppo, in particolare su quelli che rientrano nella gamma dell’autismo. Assieme ad altri genitori di bambini autistici fondò la National Autistic Society nel Regno Unito, nel 1962.

Fu lei ad utilizzare per la prima volta il termine sindrome di Asperger, nel 1981, quando pubblicò uno storico studio su questa variante dell’autismo, ancora poco conosciuta ai tempi.

Nel 1996 pubblicò un volume sui disturbi dello spettro autistico che ebbe particolare diffusione internazionale, The Autistic Spectrum.