Storia della Psicologia
Storia, eventi e protagonisti della Psicologia
Formazione in Marketing per Psicologi

9 ottobre 1884 – nasce Helene Deutsch

helene-deutschA Przemyśl, il 9 ottobre 1884 nasce Helene Deutsch: Psicoanalista austriaca.

Allieva diretta di Freud, fu anche l’analista didatta di Siegfried Foulkes e Viktor Tausk, con cui però interruppe l’analisi poco prima che lui si suicidasse (lo storico della psicoanalisi Paul Roazen sostiene che l’interruzione avvenne su richiesta rivolta alla Deutsch da parte di Freud, perché sembra che Tausk avesse un rapporto assai difficile con il padre della psicoanalisi).

La Deutsch si occupò in maniera particolarmente approfondita degli aspetti psicoanalitici dell’identità femminile, e della specificità dello sviluppo psicosessuale della donna (fornendo un inquadramento più articolato ed equilibrato di alcuni aspetti della metapsicologia classica freudiana, che operava marcate asimmetrie e per certi versi era più focalizzata sui processi di sviluppo psicosessuale maschile).

Noi psicoanalisti non eliminiamo le cause determinanti delle nevrosi: ci limitiamo ad aiutare il paziente a trasformare meglio le frustrazioni nevrotiche in valide compensazioni
Helene Deutsch

linea

9 ottobre 1955 – nasce Alessandro Meluzzi

alessandro-meluzziA Napoli, il 9 ottobre 1955 nasce Alessandro Meluzzi: Psichiatra, Criminologo, Politico e Diacono cattolico italiano.

È fondatore della Comunità di accoglienza per il disagio psichico ed esistenziale “Agape, Madre dell’accoglienza“. Direttore sanitario di diverse comunità protette psichiatriche. Docente universitario di psichiatria.

È spesso, nella veste di Psichiatra, ospite ed opinionista in diversi programmi sulle reti Mediaset. Nelle apparizioni televisive ha spesso assunto posizioni controcorrente, difendendo quasi sempre le ragioni del punto di vista dei cattolici sulla famiglia e la società, soprattutto contro l’aborto, la difesa della vita e l’autorevolezza morale della Chiesa. Ha definito gli omosessuali “disabili della procreazione” e dichiarato altresì che “è evidente che alla base dell’omosessualità c’è quasi sempre un problema psicologico“.

Ha suscitato polemiche anche una sua intervista sulla pedofilia, dove Meluzzi dichiara che ci sarebbero casi in cui la volontà del pedofilo non sarebbe controllabile.

Se le donne sapranno dire sì alla vita e alla presenza anche di ciò che non è completamente riconducibile alla dimensione della ragione, allora c’è una speranza per l’umanità. In caso contrario, non ce n’è alcuna
Alessandro Meluzzi

linea

9 ottobre 1967 – muore Gordon Allport

gordon-allportA Montezuma, il 9 ottobre 1967 muore Gordon Willard Allport: Psicologo statunitense.

È stato uno dei più noti psicologi della psicologia sociale, appartenente al movimento della cosiddetta “psicologia dei tratti“.

Riteneva che ogni individuo fosse una combinazione unica di “tratti di personalità“, e per questo fosse impossibile individuare due personalità identiche.

Fondamentali anche i suoi successivi studi sul pregiudizio. Infatti, da esponente dell’approccio cognitivista, studiò la rappresentazione del reale basandosi su due differenti processi cognitivi: la categorizzazione e la generalizzazione. Tramite il primo, l’essere umano seleziona ed organizza le differenti realtà che lo circondano; con il secondo, invece, l’uomo tende ad attribuire ad eventi di tipo generale dei significati derivanti dalle poche osservazioni effettuate sugli eventi disponibili.

Questi due processi evidenziano la limitatezza funzionale della mente umana, e producono valutazioni di tipo errato (“bias“) che possono portare, talvolta, all’etichettamento (labelling) degli individui.

linea

9 ottobre 1982 – muore Anna Freud

anna-freudA Londra, il 9 ottobre 1982 muore Anna Freud: Psicoanalista austriaca.

Figlia di Sigmund Freud, si è dedicata prevalentemente alla psicoanalisi infantile e allo studio dei meccanismi di difesa dell’Io.

Figlia di Sigmund e Martha Freud, divenne psicoanalista e iniziò a occuparsi della psicoanalisi infantile. Assai noti sono i suoi scontri teorici con l’altrettanto nota psicoanalista austriaca Melanie Klein.

A differenza di Klein, Anna Freud non riteneva potessero svolgersi trattamenti psicoanalitici di bambini e bambine in età troppo precoce, a causa della loro presunta non analizzabilità per via della supposta mancanza di un transfert. Fu caposcuola della scuola psicoanalitica detta di “Psicologia dell’Io“, che ebbe molta fortuna negli Stati Uniti.

Le menti creative riescono a sopravvivere anche ai peggiori sistemi educativi
Anna Freud


E tu... cosa ne pensi?